Tag

Immagine

 

VI L’INNAMORATO

La Carta n. VI non indica, come si è soliti credere, le relazioni amorose, bensì il cuore stesso del consultante, più precisamente, la carta dell’Innamorato indica una scelta fatta con cuore. 
Il tema della scelta non è necessariamente di carattere affettivo, anche scelte d’affari possono essere fatte con cuore, seguendo quella volontà intima e irrazionale, inspiegabile eppure sicura come la Stella Polare.
Spesso, però, confondiamo le passioni con il cuore.
Le passioni sono la paura, la cupidigia, la passione, il desiderio, l’ammirazione ecc.
Il cuore, invece, è un amore puro che alberga al centro di noi. Esso non ha un preciso oggetto, esso esiste a prescindere da qualsiasi di condizione.
Ad esempio, il desiderio è necessariamente desiderio di qualcosa o qualcuno, senza un preciso oggetto il desiderio non può esistere. Lo stesso vale per l’ammirazione, la rabbia, la paura. Quando l’oggetto che suscita queste passioni o verso cui queste passioni si dirigono scompare, scompaiono anche questi sentimenti.
L’amore di cui, invece, parla la sesta lama dei Tarocchi, splende sempre, esso non è legato all’esistenza di qualcuno o qualcosa ma riflette la sua luce su persone e cose. Cosicché, quando le persone e le cose che fanno da specchio riflettente all’amore svaniscono, la luce di questo sentimento continua ad esistere e si rifletterà nuovamente alla prima occasione.
Per questo motivo ogni volta che ci innamoriamo ci sembra d’amare per la prima volta e ci sembra che quell’amore che proviamo sarà eterno. Per questo, continuiamo ad innamorci così spesso, le persone di cui ci innamoriamo, le cose che amiamo fare sono gli specchi che riflettono quella luce adamntina che splende nel nostro cuore.
E’ importante imparare a distinguere le passioni dall’amore poiché le passioni conducono sempre all’errore e al fallimento poiché esse sono destinate, per loro stessa natura a non durare. L’amore, al contrario, porta sempre, inevitabilmente e inesorabilmente alla vittoria, alla perfezione e al compimento, questo è il senso della frase “il cuore ha sempre ragione”.
Ma come imparare seguire il cuore? Semplicemente imparando a fare silenzio nella nostra anima, dal silenzio sorgerà la voce del cuore. Impareremo a riconoscere le nostre passioni, accettarle e addomesticarle e allora, non potremo che fare scelte giuste, durature e perfette.